31. ago, 2016

La Speata 2016. Avete Notizie di Giampaolo?

La Speata, da quando corro ho sempre sentito parlare di questa gara

Una gara dura tutta in salita mi dicevano, per carità, , io non lo farò mai….mai.

Finché un bel giorno anzi pochi giorni prima della scadenza all’iscrizione mi sono iscritto.

Ho chiesto consigli in giro ad altri amici se l'avessero mai fatta e tutti mi avevano detto come già sapevo che era una gara tosta, una gara che non si cerca il tempo, ma una gara che va finita.

Le gare muscolari non sono gare che attualmente riesco a fare.

E’ poco che corro e devo ancora “costruirmi" per bene.

In mente poi ho ancora la Tre Comuni….na tregedia, pesavo 80Kg, volevo ritirarmi ma come facevo a tornare indietro…???

Vabbè me scatta la pazzia e chiedo a Giampaolo se la voleva fare anche lui, naturalmente ha detto di si non capendo a cosa andava incontro.

Arriviamo su a Subiaco parcheggiamo la macchina e incontriamo Lanfranco, dopo aver preso il pettorale gli viene la brillante idea di dire: ”lasciamo la macchina alla partenza ed un altra la portiamo all’arrivo”.

Partiamo da sotto e Lanfranco come immaginate ha dato più volte una versione della competizione, in quel momento era più la preoccupazione che la finisse che la gara in se stessa, hahaahahahahaaha.

Già nel salire con la macchina avevamo difficoltà tutta di prima e di seconda arriviamo nel fantastico scenario di Monte Livata la parcheggiamo.

Riscendiamo col bus navetta, una sorta di barcone della speranza, si della speranza che i freni funzionassero.

Tra la partenza e l’arrivo cerano almeno 10 gradi di differenza.

Quindi concentrato per la gara.

Niente riscaldamento solo streatcing.

Pronti partenza e via, si parte, si parte con una pendenza minima del 20/22% come una rampa del garage solo che la rampa di un garage è lunga 10/20mt al massimo, qui invece per i primi 4Km è così; e poi?

E poi mica spiana, ma de che!!!

Al primo chilometro e mezzo mi son detto: ”Basta me ritiro”.

Poi mi faccio coraggio, la devo finire.

Tra il nono km ed il decimo quando si arriva a Monte Livata pure il vento, sembrava che qualcuno mi si era attaccato alle spalle.

Il tempo è stato alto, 1:10;59, ma quando ho superato il traguardo ero soddisfatto di quello che avevo fatto, mai mi sarei pensato quattro anni fa di fare una gara così dura e di finirla.

Faccio un appunto alla gara di Lanfranco ha fatto un grande tempo ma lui è un fenomeno ma presto sarà mio, l’ho dichiarato.

Il prossimo anno non se ci sarò di nuovo ma sicuramente migliorerò……anche in questa gara d'altronde sono il keniano.

 

P.S. Avete notizie di Giampaolo?